Per vendere e comprare velocemente una tabaccheria

e-cig; sigarette elettroniche;

Sigarette Elettroniche: Innovazione, Popolarità e Responsabilità Ambientale

Cosa sono le e-cig

Le sigarette elettroniche, note anche come e-cig, offrono un’esperienza simile al fumo tradizionale attraverso l’inalazione di vapore aromatizzato, con dosaggi variabili di nicotina. Questi dispositivi elettronici si distinguono in due tipi: ricaricabili, che funzionano con cartucce sostituibili, e monouso, destinati a un singolo uso.

Il loro mercato è in rapida espansione, particolarmente per le e-cig monouso, lanciate nel 2021 e già molto popolari.

Quanto sono fumate le e-cig

In Italia, esistono oltre 24.000 prodotti legati alle e-cig registrati per la vendita, che includono sia le cartucce monouso che i liquidi di ricarica, con o senza nicotina, sommando oltre 1.800 tipi di monouso. Questo crescente mercato solleva però questioni ambientali per lo smaltimento adeguato, dato che contengono componenti come batterie e metalli che, se non gestiti correttamente, possono inquinare.

Come smaltire le sigarette elettroniche

Dal punto di vista normativo, le e-cig rientrano nella categoria delle Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE) e devono essere smaltite secondo le norme sui Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) una volta esaurite.

Questo obbligo coinvolge tutta la filiera distributiva, inclusi i rivenditori come i tabaccai, che devono gestire il ritiro dei dispositivi usati. L’attenzione verso un corretto smaltimento è elevata e presto saranno intensificati i controlli su tutta la rete di vendita, con possibili sanzioni per le violazioni.

Ne parleremo in molti articoli a seguire.

Lascia un commento