Per vendere e comprare velocemente una tabaccheria

Logo Lotto; intabaccheria;

Revoca della Concessione Ricevitoria del Lotto

Criteri e Implicazioni

Un gestore di tabaccheria, che offre anche il servizio del gioco del Lotto in un comune di circa 10.000 abitanti, esprime preoccupazioni riguardo alla possibilità di vedersi revocata la concessione della ricevitoria a causa di una diminuzione dei volumi di gioco registrati nell’ultimo anno. La questione sollevata tocca un aspetto importante della gestione delle ricevitorie del Lotto, ossia il mantenimento dei livelli minimi di raccolta imposti dall’Agenzia delle Dogane e Monopoli (ADM).

Quadro Normativo sulla Revoca della Concessione Ricevitoria Lotto

La questione della revoca delle concessioni per la gestione dei punti di raccolta del gioco del Lotto è disciplinata da specifiche disposizioni normative e regolamentari. In particolare, il Decreto Direttoriale del 12 dicembre 2003 stabilisce che l’Agenzia delle Dogane e Monopoli (ADM) può procedere alla revoca della concessione qualora non sia stato raggiunto un livello minimo di raccolta.

Livelli Minimi di Raccolta Gioco del Lotto

I livelli minimi di raccolta del gioco del Lotto sono stati stabiliti per garantire una certa redditività delle ricevitorie e variano in base alla posizione geografica e alla popolazione del comune in cui l’esercizio è situato.

Per le ricevitorie situate a oltre mille metri di distanza l’una dall’altra, il livello minimo è uniformemente fissato.
Diversamente, per quelle a distanza inferiore, i livelli minimi sono graduati in base alla popolazione del comune, come segue:

20.658,28 euro per i comuni fino a 5.000 abitanti.
24.314,79 euro per i comuni con una popolazione da 5.000 a 30.000 abitanti.
25.530,53 euro per i comuni da 30.000 a 100.000 abitanti.
26.746,27 euro per i comuni con oltre 100.000 abitanti.

Nel caso specifico del gestore che opera in un comune di circa 10.000 abitanti, il livello minimo di raccolta annuale richiesto è di 24.314,79 euro.

Procedimento di Revoca Ricevitoria Lotto e Diritto di Difesa

Prima di procedere con la revoca della concessione, l’ADM notifica al concessionario l’avvio del procedimento di revoca, solitamente tramite PEC, conformemente a quanto previsto dalla Legge n. 241/90. Questo dà al gestore l’opportunità di presentare eventuali osservazioni o documentazioni a supporto della propria posizione, prima che venga presa una decisione definitiva.

La gestione di una ricevitoria del Lotto comporta il rispetto di specifici obblighi contrattuali e normativi, tra cui il raggiungimento di determinati livelli minimi di raccolta. La diminuzione dei volumi di gioco può effettivamente comportare il rischio di revoca della concessione, ma il processo prevede meccanismi di tutela per i gestori, che hanno la possibilità di difendersi e di fornire spiegazioni o giustificazioni per le performance registrate. È fondamentale per i gestori monitorare attentamente la propria attività e valutare eventuali strategie per incrementare i volumi di gioco, al fine di mantenere la concessione e continuare a offrire il servizio nella propria tabaccheria.

Questo è ciò che ho capito in merito a questo argomento. Non è in alcun modo un sostituto di un consulto di tuo professionista incaricato e specializzato allo studio di questa materia. E’ solo uno spunto di riflessione.

Lascia un commento